L’ Orto Domingo si arricchisce di una nuova esperienza di condivisione ed unità!
Sabato 9 giugno nell’Orto tante persone, di diverse provenienze, colori, etnie, religioni e visioni filosofiche. Ciò che ci accomuna è lo stesso desiderio di costruire un mondo nuovo ed un nuovo futuro, di contribuire ad una società unita e prospera offrendo il nostro contributo.
Crediamo che l’intera umanità sia un’unica famiglia e che ognuno di noi debba utilizzare i propri talenti per migliorare sé stesso e contemporaneamente la società; vogliamo sostenerci a vicenda per servire la città in cui viviamo insieme a tutti gli esseri umani di buona volontà.

Anche i soci della Aps “Ballerio” hanno potuto fare il loro intervento dicendo:

”la Aps Ballerio nasce nel 2003 ad oggi ha realizzato 400 circa progetti in Italia e sostiene Ong  in Congo, Togo, Pakistan. Le finalità dell’Aps, ispirata ai principi bahai, perseguono l’unità nella diversità, la rimozione di tutti i tipi di pregiudizio di genere, razziale, di religione, lo sviluppo di una civiltà fondata sulla pace, sulla giustizia ed equità nei rapporti fra i popoli, il diritto alla salute, all’educazione per ogni essere umano,  sul colloquio e la collaborazione tra le religioni, sulla conoscenza di culture diverse e sulla sostenibilità ambientale ed energetica.

L’ orto normalmente è usato per la produzione di ortaggi, ma potremmo anche pensare di piantare fiori. I bahai considerano gli abitanti del pianeta come i fiori di un giardino nella loro diversità di colore, profumo, forma. Si può capire come per la Aps Ballerio sia gratificante partecipare alle finalità di ortodomingo che è ben più di un orto nel mero senso della parola. Perché così come ortodomingo si propone di rispondere ai bisogni del contesto cittadino nei suoi vari aspetti così i soci dell’Aps “Gianni Ballerio” attuano progetti come risposta ai bisogni sociali e in spirito di servizio all’umanità. Il motore dell’Associazione è la capacità umana che ha molto più valore delle capacità economiche o tecnologiche. Così come faremo noi della Ballerio nell’andare ad approfondire la conoscenza dei presenti tutti, così vi invitiamo ad andare a leggere di noi, associazione Ballerio, sulla pagina di FACEBOOK e su www.promozionesociale.org

Leggiamo da Facebook nella pagina degli organizzatori ore 15:22:

Ieri pomeriggio nell’Orto dei Miracoli.

Alcune foto e qualche piccolo spunto di riflessione tra le tante cose dette con animo sincero, gioia ed emozione da parte di tutti i partecipanti (istituzioni, religioni, associazioni filosofiche, cittadini, bambini, ragazzi, adulti, anziani, baresi, altamurani, italiani, tedeschi, kazaki, americani) che ringraziamo dal profondo del cuore per essere intervenuti e per il grande contributo fornito da ciascuno.

Tanti gli interventi e tanti i sentimenti espressi con comune denominatore i concetti di pace, rispetto, amore, unità, servizio.

Ne riportiamo uno per tutti, quello della Pastora Luterana Mechthild Lattorf:

“Miei cari amici e fautori/iniziatori di questo meraviglioso progetto, prima di tutto mi piacerebbe a nome della comunità evangelica luterana Bari-Puglia ringraziarvi vivamente per questo invito e aver contestualmente ricevuto l’onore di poter proferire un sincero saluto introduttivo.

Cosa potrebbe esserci di più bello e più significativo della creazione di luoghi in cui persone di diversa provenienza e differenti stili di vita si incontrano e sono insieme.

E quale migliore e più sostenibile luogo può esserci se non un grande giardino dove possono crescere alberi, fiori, frutta e verdura che si possono seminare e raccogliere insieme.

Al nostro fondatore, Martin Luther, vengono attribuite le seguenti parole: <E se sapessi che domani il mondo finisse, pianterei oggi un alberello di mele>

Penso di sì, sì è così! Ciò che giustamente ci preoccupa e ci fa paura con lo sguardo al presente e futuro va contrastato con qualcosa di positivo  vale a dire un’oasi verde d’incontro e di pacifica aggregazione.
Questo è un fantastico segnale di speranza e anche di protesta contro le crescenti tensioni della nostra società e anche contro la noncuranza e l’ignoranza con cui la natura, il nostro prossimo e le creature vengono violentate!

Vi auguriamo che Parco Domingo (Orto dei Miracoli) sia il luogo creativo di incontro e di integrità della creazione con la benedizione di Dio.”

Lascia un commento