architettura sacra

architettura sacra

L'ARCHITETTURA DELLE RELIGIONI

Davvero interessante e piena di contenuti la presentazione sulla architettura sacra tenuta lo scorso 16 ottobre dall’architetto Silvio Cossa dal titolo: Viaggio attraverso l’architettura delle Religioni. L’incontro è stato organizzato presso il Centro bahà’ì di Bari nell’ambito delle celebrazioni per il centenario del trapasso di ‘Abdu’l Bahà.

Le immagini di templi delle diverse tradizioni religiose in ogni parte del mondo, hanno trasportato i presenti in un viaggio attraverso i continenti, l’architettura sacra e la storia delle religioni.
Nell’intento di onorare Dio e dedicargli luoghi di pace interiore, meditazione, preghiera e ritualità, l’umanità ha saputo così realizzare stupendi luoghi ed edifici sacri, espressione delle più elevate capacità artistiche e architettoniche.

Le letture di Antonio Schirinzi della Piccola compagnia di lettura espressiva hanno donato all’incontro grandi emozioni..

architettura sacra

Architettura sacra
PIETRE CHE PARLANO

Chiese e cattedrali, moschee, stupa, sinagoghe e templi. Ogni cultura ha dedicato capacità e risorse  all’architettura sacra e alla realizzazione di opere che sapessero esprimerne la percezione di bellezza e spiritualità. 

L’architetto Norman L. Koonce, già Vicepresidente e CEO dell’AIA, l’Ordine Americano degli Architetti, sosteneva che l’obiettivo dell’architettura sacra è quello di rendere “trasparente il confine tra materia e mente, carne e spirito“, ma anche quella di rappresentare nello spazio la relazione col divino.

La realizzazione di spazi sacri e religiosi ha donato all’umanità grandiose opere d’arte ed imponenti edifici monumentali, tra i più impressionanti e permanenti..
Anche le strutture sacre, come le culture e le religioni, si sono evolute nel corso del tempo e per secoli, prima del moderno grattacielo, sono stati i più spettacolari edifici del mondo. 

Basti pensare al tempio di Karnak in Egitto, ai templi greci, al complesso di Meenakski in India, e altri ancora che, a distanza di secoli o millenni dalla loro costruzione, continuano ad affascinare ed attrarre frotte di studiosi e visitatori.

architettura sacra

India crogiuolo di culture

Per quanto riguarda l’architettura sacra, l’India è sicuramente un crocevia di culture e spiritualità. Mirabili sono gli esempi di arte e architettura sacra induista, buddhista, cristiana, islamica, bahai, e i templi che da millenni si innalzano nel sub-continente indiano. Alcuni  rilevanti strutture sono state presentate nel corso dell’incontro del 16 ottobre, coordinato da Flora Ruggeri. Tra queste ricordiamo il tempio di Meenakshi nel Tamil Nadu e il Lotus Temple a New Delhi.

Particolarmente apprezzata la collaborazione dell’arch. Lycia Zambrini nella preparazione del programma e delle APS Orto dei Miracoli Bari – Ortodomingo e Gianni Ballerio per l’organizzazione dell’evento.

 

Il Tempio del loto a Delhi, inaugurato nel 1986 e ispirato a questo bellissimo fiore, è stato progettato dall’architetto irano-canadese Fariborz Sahba. Ha una struttura esterna formata da 27 ‘petali‘ in marmo, disposti a gruppi di tre sui nove lati, tipico elemento architettonico dei templi Bahá’í. Il tempio è circondato da nove giardini e piscine che contribuiscono a dargli l’aspetto di un fiore di loto che galleggia sull’acqua.
Un fiore che in molte fedi e culture è simbolo di purezza, bellezza e divinità.

Seguici su Facebook

Lascia un commento