Democrazia

Democrazia

Quali virtù, oggi, per vivere in democrazia

Anche per quest’anno scolastico 2021/2022 continua la collaborazione tra Scuole in Rete e la APS “Gianni Ballerio” nel organizzare insieme ad molti enti del territorio degli incontri in presenza e in videoconferenza

democrazia

democrazia

Umberto Ambrosoli

avvocato e saggista italiano, autore del libro “Qualunque cosa succeda”, sulle vicende del padre Giorgio Ambrosoli, commissario liquidatore della Banca Privata Italiana, assassinato nel 1979 da un sicario assoldato dal banchiere Michele Sindona.

Dal 2009 al 2012 è editorialista del Corriere della Sera.

Nel 2011 diventa membro del comitato di esperti per lo studio e la promozione di attività finalizzate al contrasto dei fenomeni di stampo mafioso e della criminalità organizzata sul territorio milanese, presieduto da Nando Dalla Chiesa e presidente onorario dell’Associazione Civile Giorgio Ambrosoli.

Tra i suoi saggi “Coraggio”, in cui descrive il coraggio di uomini e donne che hanno saputo rischiare per opporsi a situazioni negative per la comunità, e “Ostinazione civile”, una sorta di glossario dell’impegno civico. democrazia

democrazia

Con il link puoi rivedere la lezione

Se ti interessa puoi leggere:

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec Questa è la storia di Giorgio Ambrosoli, per cinque anni commissario liquidatore della Banca Privata di Michele Sindona, ucciso a Milano da un killer la notte tra l’11 e il 12 luglio 1979. La racconta a trent’anni di distanza il figlio Umberto, che ai tempi era bambino, sulla base di ricordi personali, familiari, di amici e collaboratori e attraverso le agende del padre, le carte processuali e alcuni filmati dell’archivio RAl. 

Sullo sfondo, la storia d’Italia in quel drammatico periodo. Nell’indagare gli snodi di un sistema politico-finanziario corrotto e letale, Ambrosoli agiva in una situazione di isolamento, difficoltà e rischio di cui era ben consapevole. Aveva scritto alla moglie: “Pagherò a caro prezzo l’incarico: lo sapevo prima di accettarlo e quindi non mi lamento affatto perché per me è stata un’occasione unica di fare qualcosa per il Paese […] 

Qualunque cosa succeda, comunque, tu sai cosa devi fare e sono certo saprai fare benissimo”. Il racconto illumina il carattere esemplare delle scelte di Giorgio Ambrosoli, la sua coerenza agli ideali di libertà e responsabilità e, insieme, sottolinea il valore positivo di una storia ancora straordinariamente attuale. Con la prefazione di Carlo Azeglio Ciampi.

Seguici su Facebook

Lascia un commento